GLI AIR GAMES: UNA NUOVA DISCIPLINA DEL KITESURF

Paul-Serin-air-games-2018

Mentre il kitesurf freestyle “new school” ha subito una battuta d’arresto all’inizio del 2018, la GKA (Global Kitesports Associations) ne ha approfittato per lanciare un nuovo formato di competizione molto interessante, gli Air Games.

Lo scopo principale è stupire gli spettatori creando il cosiddetto “fattore wow” e identificare l’atleta più completo con una tavola twintip. La competizione è un mix di adrenalina e tecnica che porta gli atleti a superarsi spingendo la disciplina al suo valore più estremo.

Hanna Withetely Air Games Fhemarn

@HannaWhitheley

Valentin Rodriguez Air Games Fhemarn

@ValentinRodriguez

Gli Air Games consistono nel confrontare due rider che hanno un tempo limitato (da cinque a trenta minuti) per proporre le loro figure e che verranno valutati, su una scala da 0 a 10, su tre criteri generali:

Regular jumps (salti normali con rotazioni, grab, boards-offs)

Kite Loops (qualunque salto purché il kite faccia un giro completo su se stesso in potenza)

Handle-passes (passaggi di barra)

Nicolas Delmas GKA air Games Fhemarn

@NicolasDelmas

Lewis Crathern GKA Air Games

@LewisCrathern

Valentin Garat GKA Air Games Fhemarn

@ValentinGarat

Ogni categoria vale 1/3 del punteggio finale. Ogni concorrente dovrà dunque dare prova di una grande polivalenza in tutte le discipline del kiteboarding freestyle in base alle condizioni metereologiche.

Le tre categorie creano un mix adrenalinico poiché si basano sui seguenti criteri: altezza e amplitudine della manovra, difficoltà tecnica, potenza, rischio assunto, fluidità ed innovazione.

Il 50% del voto è rappresentato dalla pazzia, l’altro 50% dalla tecnica.

Carlos Mario GKA Air Games BO

@CarlosMario

Marius Hoppe GKA Air Games

@MariusHoppe

Gli Air Games sono stati lanciati per la prima volta a Leucate lo scorso aprile durante il “Mondial du vent”. Purtroppo il vento non è stato della partita e la competizione non ha potuto svolgersi. Ma anche in mancanza di vento gli atleti hanno giocato la loro parte facendo lo show per il pubblico con il Tow-Up, che consiste a farsi trainare sull’acqua da un veicolo motorizzato (gommone, moto ad acqua) per catapultarsi ad altezze vertiginose e planando come se si facesse parapendio grazie all’utilizzo della propria vela, nella quasi totale assenza di vento.

Rai tow up

@Raiarii Fadier

Tre sono dunque le tappe che si sono svolte dopo Leucate e che sono state portate a termine: Tarifa in Spagna, Cabarete nella Repubblica Dominicana e la finale a Fehmarn in Germania.

Posito Martinez GKA Air Games

@PositoMartinez

Lasse Walker GKA Air Games

@LasseWalker

Maxime Chabloz GKA Air Games

@MaximeChabloz

Gli eventi sono stati un successo ed il formato è piaciuto molto sia agli atleti che al pubblico. Questa competizione offre uno show inedito e difficilmente replicabile perché coinvolge i migliori riders del circuito e mischia tutte le discipline del freestyle twintip.

Jesse Richmond GKA Air Games

@JesseRichman

Aaron Hadlow GKA Air Games

@AaronHadlow

Ma veniamo ai risultati… chi è il King / Queen degli Air Games 2018??

Nella categoria femminile il podio è stato lo stesso per tutti e tre gli eventi. La campionessa indiscussa è dunque la giovane tredicenne brasiliana Mikaili Sol che non smette di impressionare, seguita dalla britannica Hannah Whiteley et dall’olandese Pippa Van Iersel.

Nella categoria maschile la lotta per conquistare la corona è stata avvincente e per nulla scontata. A contendersi il titolo il brasiliano Carlos Mario e lo statunitense Jesse Richman. Jesse aveva cominciato bene arrivando primo a tarifa, seguito da Maxime Chabloz e Carlos Mario. Negli ultimi due stop però il brasiliano ha deciso di mettere una marcia in più e si è aggiudicato entrambi gli eventi a Cabarete ed a Fehmarn meritandosi il titolo di GKA Kiteboarding World Champion. Jesse ha confermato di essere un osso dure finendo entrambe le tappe al secondo posto. Il terzo gradino del podio va al giovane svizzero Maxime Chabloz.

GKA air Games winners

Ora spazio al freestyle puro con la World Kiteboarding Championships e appuntamento con gli Air Games l’anno prossimo.

Un ringraziamento particolare alla Global Kitesports Association per avermi permesso di utilizzare le loro foto ed un grande in bocca al lupo per l’anno prossimo.

Le foto sono state scattate dai due fotografi Toby Bromwich e Ydwer van der Heide.

GRAZIE PER AVER LETTO